Parco Campi Diomedei

Parco Campi Diomedei

Progetto di riqualificazione urbana

GIS

Il parco, il territorio e le loro bellezze in ambiente GIS

OPEN DATA

I dati delle ricerche eseguite per la realizzazione del parco pubblicati in formato aperto, in un’ottica di trasparenza e accessibilità.

DIDATTICA

A scuola con il Parco e l’archeologia. Proposte ed appuntamenti con il “fare per imparare”

IL TERRITORIO

Non solo Foggia: storia, notizie, appuntamenti e suggerimenti.

CAMPI DIOMEDEI

UN PARCO URBANO ARCHEOLOGICO NELLA CITTA' DI FOGGIA
RIQUALIFICAZIONE recupero RIUTILIZZO fruizione VALORIZZAZIONE conoscenza TERRITORIO cittadinanza attiva OPEN DATA progettazione urbana

Il progetto di realizzazione del Parco Campi Diomedei inizia nel 2008, con il concorso internazionale di idee bandito dal comune di Foggia. L'intenzione che da subito è stata alla base del progetto, è quella di restituire l'area ai cittadini. Di valorizzare l'area. Di non stravolgere quanto esiste ma valorizzarlo, riutilizzando l'esistente e inserendo il concetto di archeologia in un più vasto discorso diacronico . Di rispettare il verde salvaguardando l'area da costruzioni inopportune e arricchirla di maggiore verde e nuove piante. Di rispettare l'aspetto più storico legato all'ippodromo che conserverà la sua caratteristica con il mantenimento dell'area cavalli. Non si costruisce ma si riusa.

  • RIQUALIFICAZIONE

    Riqualificare l'area dell'ex-Ippodromo significa offrire ai cittadini un'area fruibile ed proporre alla città un volano di sviluppo collegando il Parco al territorio

  • Fruizione

    Riconnettere il patrimonio archeologico della città con l'ambiente circostante, pianificando una rete di eventi volti alla conoscenza e valorizzazione del territorio

  • Recupero

    Rispettare le caratteristiche storiche, ambientali e archeologiche, ri-utilizzando le strutture esistenti, impiegando elementi non invasivi e rispettando l'area cavalli

  • Smart City

    Dal Parco verso una 'città intelligente' e una pianificazione innovativa, connessa con il «capitale umano, intellettuale e sociale di chi la abita»

Ultime notizie

Mettiti in contatto